Skip to content

Attività grafico-pittorica

Il segno grafico e l’uso del colore sono una forma di linguaggio. Nella prima infanzia la consapevolezza di poter lasciare segni su un foglio rappresenta l’inizio di un nuovo rapporto con il mondo, perché il bambino scopre di poter modificare l’ambiente generando un effetto, lasciando tracce che aiutano la costruzione del senso di identità e lo sviluppo del desiderio di trasformazione della realtà.

Il disegno e la pittura consentono al bambino di lasciare traccia di sé; in particolare i bambini fino a due anni vivranno l’esperienza del colore associata alla manipolazione, mentre i bambini da due a tre anni inizieranno un’esperienza di uso del colore in chiave espressiva e rappresentativa.
I materiali utilizzati sono tempere, pennarelli, pastelli a cera.