Skip to content

Giornata tipo

La giornata al nido prevede la proposta di una pluralità di attività che, al fine di facilitare il bambino nella strutturazione delle prime comprensioni temporali, sono scandite secondo un’attenta progettazione.
L’organizzazione della giornata educativa al nido, se da un lato consente al bambino di svolgere attività stimolanti, dall’altro garantisce quiete e rilassatezza; Pertanto vanno progettati tempi adeguati, che consentano una certa profondità nei gesti, nelle attività e nelle esperienze.
La suddivisione delle attività nell’arco temporale tiene conto delle diverse fasce d’età dei bambini e delle loro esigenze.

INTERA GIORNATA TIPO

7.30-8.30

Accoglienza dei bambini del pre-scuola. I bambini vengono accolti nella spazio dell’accoglienza. L’educatrice si occuperà del distacco della figura familiare del bimbo appena arrivato e del contenimento di quelli già presenti.

9.00-9.30

Seconda accoglienza.

9.30-10.00

Momento della frutta e canzoncine.

10.00-11.15

Proposte di gioco diversificate in base all’età dei bambini.

11.15-11.45

Momento del cambio. Ogni gruppo di bambini viene accompagnato dalla propria educatrice in bagno per il cambio del pannolino e per la pulizia delle mani in preparazione al momento del pranzo.

I bambini vengono cambiati più volte durante la giornata secondo i loro bisogni.

11.45-12-30

Pranzo. Il momento del pranzo è un’occasione di socializzazione; a tavola si apprendono molte regole necessarie per un cammino verso l’autonomia. Il bambino, attraverso la manipolazione del cibo, scopre nuove sensazioni, incuriosendosi ai sapori e assaggiando nuovi piatti.

Durante il pranzo vengono rispettati i tempi e i ritmi di ciascun bambino per vivere questo momento in modo sereno e costruttivo e non con ansia.

Mentre nel tavolo dei bimbi più piccoli l’atto di imboccare crea una forte dipendenza tra l’educatrice e il bambino, con i più grandi, la figura di riferimento, per favorirne l’autonomia, interviene ma non interferisce aiutandoli a mangiare.

Ogni gruppo, perciò, siede al tavolo con l’educatrice; viene messo a disposizione un carrello per ogni tavolo, con tutto l’occorrente per fare in modo che l’educatrice possa stare seduta tranquillamente con il proprio gruppo.

12.45-13.00

Uscita dei bambini di cui i genitori ne abbiano fatto richiesta.

13.00

Ci prepariamo per il sonno. Questo è un momento molto importante per il bambino, per questo motivo l’educatrice lo accompagna avendo con ognuno un rituale (un oggetto personale, una coccola, il suono del carillon).

15.00-15.30

Risveglio. Anche al risveglio sarà la presenza dell’adulto che permetterà al bambino di ricominciare serenamente a prendere contatto con l’ambiente che lo circonda.

15.30-16.00

Commiato. I bambini attenderanno l’arrivo dei genitori in sezione, dove ci saranno a loro disposizione dei giochi.

16.00-16.30

Merenda per i bambini del post-scuola.

16.30-18.00

Seconda uscita. L’educatrice raggrupperà i bambini rimasti e organizzerà momenti di gioco in sezione.